English Italiano

La chiesa di Montecastelli Pisano Paesaggio di Montecastelli Pisano Montecastelli Pisano Campanile di Montecastelli Pisano Agriturismo Villa Centopino a Montecastelli Pisano Torre Pannocchieschi di Montecastelli Pisano Il paesaggio a Montecastelli Porta bucignana di Montecastelli Pisano

La storia di Montecastelli Pisano

Montecastelli Pisano fù fondato tra il 1186 e il 1204 per opera del vescovo Ildebrando e del conte Guasco. Montecastelli Pisano è un piccolo borgo frazione del comune di Castelnuovo di Val di Cecina, situato sulla vetta di una spoglia collina a 494mt sul livello del mare. Montecastelli ha un’estensione territoriale di circa 2800 ettari ed è abitato da meno di 400 persone (chiamati Montecastellini).

Fino a pochi anni orsono gli abitanti erano dediti esclusivamente all’agricoltura e al taglio del bosco. Il paese sorge su un poggio di gabbro, sul versante opposto della Rocca Sillana che ad est degrada dolcemente verso il fiume Cecina e ad ovest rapidamente scoscende sul torrente Pavone. Montecastelli pisano, isolato e poco conosciuto, lontano dai rumori dell’inquinamento materiale e spirituale è rimasto un luogo, dove il fruire del tempo non è segnato dalle lancette dell’orologio ma dai segni della natura.

Le pietre di Montecastelli sembrano parlare e ricordare la fame di potere degli uomini antichi che portò sventura e gloria a questo piccolo borgo arroccato in cima a una collina.

Correva l’anno 1447 e Montecastelli che già nel 1431 aveva dovuto subire l’occupazione da parte di Niccolò Piccinini si ritrovò assediato dall’esercito di Alfonzo V d’ Aragona re di Napoli e di Sicilia. Montecastelli terra di Volterra (prima di diventare terra di Firenze) non si era mai ritrovata ad essere oggetto di conquista di un forte esercito come quello di Alfonzo di Aragona, entrando così nella storia fiorentina di quel periodo. Tutto ebbe inizio nel 1447 con la morte di Filippo Maria Visconti che, morto senza figli maschi, lasciava senza eredi il ducato di Milano. Alfondo di Aragona divenne il suo erede. Alfonzo, provenendo dal Valdarno, verso la fine di ottobre del 1447, si diresse verso Volterra e, in val di Cecina, occupò con facilità Pomarance, Castelnuovo di val di Cecina, Sasso Pisano e Monteverdi, ma trovò in Montecastelli un ostacolo che guastò i suoi progetti. Montecastelli fù assediato ma la decisa difesa dei suoi abitanti e una specie di tromba d’aria che si abbatté sulla zona, costrinse il re a togliere l’assedio. Alfonzo si ritirò verso Campiglia e con l’aiuto di Fazio e Arrigo della Gherardesca (nemici di Firenze) poté occupare Montescudaio, Guardistallo, Bolgheri, Riparbella ma non Campiglia. Quasi sembra impossibile oggi, nella serena quiete delle colline, che ci possa essere stata tanta guerra.

Il Centro abitato di Montecastelli Pisano

Montecastelli Pisano mantiene ancora oggi il suo aspetto di castello medioevale che si sviluppa nella cima di un colle ai piedi del quale di trova l’Agriturismo Toscana Villa Centopino. L’isolamento degli ultimi secoli non ha consentito nessun tipo di accrescimento urbanistico al di fuori del primitivo nucleo abitato. Questo ha permesso al borgo di Montecastelli di mantenere intatta la fisionomia di antico borgo fortificato per centinaia di anni.

La torre Pannocchieschi

La torre Pannocchiesci voluta da Pagano nel 1215, si erge nel punto più elevato del poggio di Montecastelli Pisano. Numerosi terreni erano dati in affitto alla famiglia Pannocchischi, una potente dinastia contadina che mirava ad ottenere anche solidità urbana tramite la conquista e la conservazione della cattedra vescovile.

La porta Bucignana

La porta Bucignana dà accesso ad una delle due vie principali di Montecastelli. Chiamata così perchè si apriva in direzione dei castelli di gabbro bucignano, decisivi nella fondazione del borgo di Montecastelli. La porta bucignana a differenza della porta di gabbro è rimasta integra ed è situata nel fianco meridionale del castello di Montecastelli. Di importante rilievo artistico è la chiesa di Montecastelli Pisano. Novità: guarda le immagini dei fossili rinvenuti a Montecastelli Pisano.

Il turismo a Montecastelli Pisano

Negli ultimi 5 anni grazie tutta l’area circostante Montecastelli è stata riscoperta grazie anche al Vino igt di Montecastelli ed ai tanti prodotti tipici della zona. Per far fronte ad una crescente richiesta di turisti sono nati alcuni agriturismi a Montecastelli ,il più esclusivo è chiamato agriturismo Toscana Villa Centopino. Chi è interessato potrà trovare utile la pagina che riporta tutte le feste a Montecastelli Pisano.

News nasce la pagina facebook su Montecastelli Pisano: Montecastelli Pisano in Toscana.

Cartina di Montecastelli Pisano

Grazie a google heart vi forniamo la mappa geografica interattiva di Montecastelli Pisano.

copyright (C) 2007-2012 E’ VIETATA LA COPIA ANCHE PERZIALE DI TESTO O IMMAGINI DA QUESTO SITO